Renzo Bossi durante il famigerato giro ciclistico della terra che non c’è, dà sfoggio della propria conoscenza della lingua italiana ed inventa un nuovo verbo. Certo che se la Commissione d’esame avesse pensato di farlo “proseguere” ancora negli studi bocciandolo per la quarta volta forse adesso il “trota” non farebbe figuracce di questo genere.

Annunci