Tag

, ,

Tolleranza zero con gli altri e colpevole complicità con gli amici e con gli amici degli amici. Questa è, da sempre, la filosofia della lega nord. A Varese, solo quattro mesi fa, l’assessore alla sicurezza, il leghista Carlo Piatti, con grande enfasi, annunciava una dura battaglia nei confronti dei writer. Nell’articolo della “Provincia di Varese” il leghista proclamava «Non possiamo più tollerare chi imbratta e deturpa la nostra città – spiega Piatti – bisogna imparare a distinguere tra forme d’arte e vandalismi fine a se stessi. E chi va in giro armato di bomboletta a colpire senza permesso luoghi pubblici non può certo sperare di essere inserito tra i primi. Compito del Comune è vigilare in modo che la nostra città non cada nel degrado. E uno dei modi migliori per disincentivare atti come questo è appunto quello di costituirsi parte civile» e impegnava il Comune a fare causa contro i grafittari fermati dalle forze dell’ordine.

Qualche giorno fa tre militanti leghisti sono stati denunciati per avere imbrattato un muro di Varese con frasi ingiuriose nei confronti di Mario Monti.

Siamo tutti in attesa di una denuncia da parte del Comune nei confronti dei tre teppisti

Annunci